Il fregio dei Carracci – Opere a confronto

Palazzo Fava , dal 22/11/2019 al 16/02/2020

In occasione delle celebrazioni per i 400 anni dalla morte di Ludovico Carracci, Palazzo Fava. Palazzo delle Esposizioni di Bologna apre al pubblico le porte del Piano Nobile affrescato da Ludovico, Annibale e Agostino, grandi maestri dell’arte bolognese, che qui diedero vita alla loro prima grande opera corale.

Il fregio pittorico carraccesco sarà in dialogo con 31 opere d’arte moderna e contemporanea, provenienti dalla collezione di Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna, molte delle quali mai esposte, per un confronto trasversale tra le epoche e gli stili, alla ricerca di affinità tematiche o formali tra le opere.

“Il fregio dei Carracci – Opere a confronto” ha alla base un lavoro di ricerca nei caveaux, condotto da Benedetta Basevi e Mirko Nottoli, storici dell’arte di Genus Bononiae, per individuare opere che presentassero attinenze tematiche. Così “Il Dittatore folle” di Galileo Chini – esposto per la prima volta – dipinto in occasione delle celebrazioni per l’arrivo di Hitler a Firenze nel 1938, rimanda nella sua feroce mostruosità al minaccioso Polifemo incontrato da Enea e i suoi compagni in Sicilia; mentre i nudi di Nicola Samorì, uno dei più apprezzati artisti contemporanei, richiamano l’estetica del Seicento, mettendo in luce l’azione del tempo e il rapporto con il passato.  E ancora il tumulto della “Battaglia” di Giuseppe Maria Crespi, che rimanda a quello dei combattimenti di Giasone, o la “Salomé” di Mimmo Palladino, eroina tragica al pari della Didone dell’Eneide. Tra le opere esposte anche le “Pietre Alpestri” di Fortunato Depero e la “Scultura Luminosa” di Marco Lodola, che nei loro colori accesi e nella gioiosità della composizione richiamano il tema del gioco dei fregi della Sala Cesi, tra gare con l’arco, corse e tornei tratte dal sesto libro dell’Eneide.

La riapertura del Piano Nobile diventa anche l’occasione per presentare la Guida di Palazzo Fava a cura di Angelo Mazza (i Tipi della Maggioli Edizioni) che offre la prima documentazione integrale dell’apparato decorativo del Palazzo. Le fotografie presenti nel volume, realizzate da Carlo Vannini, consentono di apprezzare ogni singola scena delle sei sale, a partire dal ciclo della Sala di Giasone dove l’approccio naturalistico e gli effetti illusivi rappresentano una nuova maniera della pittura moderna, aprendo un nuovo capitolo.

Tante le proposte di approfondimento pensate durante tutto il periodo dell’esposizione: dagli eventi e laboratori per bambini, famiglie e adulti organizzati dai Servizi Educativi di Genus Bononiae per approfondire il percorso artistico di Annibale, Ludovico e Agostino a Bologna, al ciclo di incontri con esperti d’arte, coordinato dal Prof. Angelo Mazza.

Le conferenze si svolgono in Sala Biblioteca di Palazzo Favaterzo piano, con ingresso libero.
I partecipanti alle conferenze riceveranno un coupon, da cambiare presso la biglietteria, per visitare le sale affrescate dai Carracci e le opere in esposizione fino al 16 febbraio 2020 usufruendo di un biglietto ridotto a €7.

Ecco il calendario delle conferenze che si terranno tutte alle 18.00

Mercoledì 4 dicembre 2019, Benedetta Basevi e Mirko Nottoli, “I fregi dei Carracci in dialogo con la modernità” (visita guidata ad ingresso ridotto)

Martedì 10 dicembre 2019: Angelo Mazza, “Oltre i Carracci: artisti e accademie in palazzo Fava tra Sei e Settecento

Mercoledì 15 gennaio 2020, Cristina Tuci, “Lungo la trama del Mito: Medea regina dell’archetipo femminino

Mercoledì 29 gennaio 2020, Marco Antonio Bazzocchi, “Il mito di Medea tra antico e moderno

Mercoledì 5 febbraio 2020, Sergio Bettini, “Il decoro architettonico di Palazzo Fava

Mercoledì 12 febbraio 2020, Elisabetta Landi, “Ad apertura di libro e ad apertura di finestra: dall’Eneide di palazzo Leoni al fregio di Palazzo Fava

Orari

Lunedì: Chiuso

Martedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì, Sabato, Domenica: 10.00 - 19.00

Sede

Palazzo Fava

via Manzoni 2, Bologna

Biglietti

Biglietto Open 10

Intero 10

Ridotto 7

– Gruppi (min. 10 partecipanti);
– Visitatori con disabilità;
– Aziende convenzionate (COOP, FAI, Touring)

Ridotto 4

– Bambini da 6 a 18 anni
– Biglietto altra sede Genus Bononiae;
– Gruppi con guida Genus Bononiae;
– Scuole;
– Utenza libera in relazione al calendario attività Servizi Educativi;

.

Omaggio

– Bambini fino a 5 anni;
– Accompagnatori di gruppi (1 ogni gruppo);
– Insegnanti in visita con studenti (2 ogni gruppo);
– Un accompagnatore per visitatore disabile;
-Possessori Membership Card Genus Bononiae;
– Guide con tesserino;
– Possessori Bologna Welcome Card;
– Possessori Card Musei Metropolitani;
– Giornalisti con regolare tessera dell’Ordine Nazionale previa richiesta di accredito da parte della redazione all’indirizzo esposizioni@genusbononiae.it

Diritti di prenotazione e prevendita

– Tariffe gruppi e singoli, compreso biglietto Open: € 1,50 per persona
– Tariffa ridotto scuole: € 1,00 per studente

 

AUDIOGUIDE comprese nel biglietto

Servizi educativi

  • Non sono presenti, al momento, proposte educative di questa tipologia