Adulti

I Servizi Educativi di Genus Bononiae hanno progettato un ricco calendario di attività fino alla fine del 2019 con i sabati pomeriggio alla scoperta dei tanti tesori di Bologna tra musei e città.

Ciascun incontro sarà dedicato ad un tema diverso che farà da filo conduttore sia nel percorso alla scoperta del museo sia nell’escursione per le vie della città; tutte le visite sono guidate dagli operatori specializzati dei Servizi Educativi di Genus Bononiae. 

In occasione dell’apertura al pubblico di Palazzo Fava nell’inverno 2019-2020 i nostri servizi educativi propongono visite e approfondimenti sui Carracci. Per celebrare importanti ricorrenze dedicate alle donne, sono stati pensati tre incontri inediti dal titolo “Intrecci d’arte“.

Scopri a seguire tutte le nostre attività e scarica i cataloghi.

WEEK END ALLA SCOPERTA DEI TESORI DI GENUS 
Catalogo Settembre – Dicembre 2019*
*
Per quest’anno le attività di Urban Trekking non saranno effettuate

ALLA SCOPERTA DEI CARRACCI 
Catalogo Novembre 2019 – Febbraio 2020*
*
La visita “Quattro chiacchere con Malvasia: un cronista moderno” è stata spostata al 16 febbraio 2020 ore 16.30

Le soluzioni per i gruppi e le imprese
SCOPRI BOLOGNA CON GENUS_ attività per gruppi e imprese 
Tutte le visite sono declinabili nelle seguenti lingue: Inglese, Francese, Tedesco e Spagnolo. Per maggiori informazioni contattare la segreteria didattica.

Alla scoperta dei Carracci

SABATI PER ADULTI

Palazzo Fava ai tempi dei coniugi Fava: i luoghi dell’intimità | 7 dicembre, 14 dicembre, 21 dicembre 2019 e 15 febbraio 2020 ore 16.30

Visita guidata + escursione
Durata: 1h 45min
Luogo: Palazzo Fava. Palazzo delle Esposizioni | Grand Hotel Majestic “già Baglioni”
Prenotazione obbligatoria: min.10 – max. 30 partecipanti
Costo: 8€ attività + ingresso ridotto

All’interno del ciclo di visite dedicate agli affreschi di Palazzo Fava, avremo occasione di visitare, all’interno degli spazi del Grand Hotel Majestic “già Baglioni, il Camerino d’Europa che in origine era tutt’uno con i luoghi abitati dai Conti Fava nell’omonimo Palazzo. I Carracci dipingono il Camerino in occasione delle nozze tra il Conte Filippo Fava e Ginevra Orsi avvenuto nel 1579: il risultato sarà un capolavoro. La visita proposta è un evento imperdibile per comprendere il ciclo degli affreschi nella loro interezza.

 

I 400 anni di Ludovico Carracci. I 400 anni di una rivoluzione compiuta | 4 gennaio 2020 ore 16.30

Visita guidata su due musei | Durata: 2h
Luogo: Palazzo Fava. Palazzo delle Esposizioni | San Colombano. Collezione Tagliavini
Prenotazione obbligatoria: min.10 – max. 30 partecipanti
Costo: 8€ attività + ingresso ridotto

Comprendere il carattere di Ludovico, cugino dei fratelli Carracci, è possibile solo ripercorrendone l’avventura umana, ed analizzando da vicino la rivoluzione artistica che ha compiuto insieme ad Agostino e Annibale: un carattere naturalmente portato ad appianare divergenze tra personalità così diverse, perché è proprio nell’incontro tra diversità la forza dirompente della pittura dei Carracci. Il nostro percorso inizia con la visita agli affreschi Fava e si conclude negli affreschi dell’Oratorio di San Colombano, dove Ludovico ha diretto un gruppo di giovani artisti che diedero luogo a quella che fu la Gloriosa Gara.

 

Sono nato col pennello in mano! Annibale Carracci debutta in pubblico | 11 gennaio 2020 ore 16.30

Visita guidata + escursione | Durata: 2h
Luogo: Palazzo Fava. Palazzo delle Esposizioni | Chiesa di Santa Maria della Carità.
Prenotazione obbligatoria: min.10 – max. 30 partecipanti
Costo: 8€ attività + ingresso ridotto

Annibale Carracci, il più giovane dei tre, il meno colto perché non sapeva né leggere né scrivere, è noto per il suo temperamento poco incline a seguire le regole: anzi, è proprio lui – assieme al cugino e al fratello – ad oltrepassarle ed a riscriverle, voltando la pagina nel grande libro della storia dell’arte italiana e non solo. Risulta difficile raccontare il talento e la passione per la pittura di questo artista: occorre visionare dal vivo ed è quello che faremo nel nostro percorso, partendo dalla visita agli affreschi Fava. Seguirà una escursione che ci porterà a conoscere e visitare la Chiesa di Santa Maria della Carità dove è costudita l’opera di Annibale che segna il suo debutto in pubblico: è l’inizio di una carriera inarrestabile.

 

Ludovico, Annibale e Agostino: l’inizio e la fine di un percorso | 18 gennaio e 8 febbraio 2020 ore 16.30

Visita guidata + escursione| Durata: 2h
Luogo: Palazzo Fava. Palazzo delle Esposizioni | Palazzo Sampieri Talon
Prenotazione obbligatoria: min.10 – max. 30 partecipanti
Costo: 8€ attività + ingresso ridotto

A Bologna, le facciate poco appariscenti di palazzi custodiscono spesso al loro interno capolavori che ci appartengono come parte di un patrimonio comune. Questa è anche la caratteristica di Palazzo Sampieri Talon, dove il tempo sembra essersi fermato. Qui nel 1593, il conte Astorre, abate di santa Lucia di Roffeno e canonico di San Pietro affida ai Carracci quella che diventerà la loro ultima impresa corale. Il nostro percorso prende avvio dalla visita agli affreschi di Palazzo Fava e si conclude negli spazi di Palazzo Sampieri Talon. Sarà anche l’ultima occasione prima che le strade artistiche e i destini dei Carracci si dividano per sempre.

 

Agostino Carracci: il racconto di una vita | 25 gennaio 2020 ore 16.30

Visita guidata su due musei | Durata: 2h
Luogo: Palazzo Fava. Palazzo delle Esposizioni | Palazzo Pepoli. Museo della Storia di Bologna
Prenotazione obbligatoria: min.10 – max. 30 partecipanti
Costo: 8€ attività + ingresso ridotto

Agostino Carracci: uomo di cultura e di grande ingegno, le cui vicende sono legate a quelle del fratello Annibale e del cugino Ludovico. Dopo l’esordio a Bologna, segue il fratello nell’impresa di affrescare gli interni di Galleria Farnese, a Roma. Ma i due hanno animi e caratteri diversi: presto si separano, e Agostino troverà fortuna altrove, presso la corte dei Farnese a Parma. Alla sua morte, Bologna gli dedicherà una solenne commemorazione funebre come non se ne vedevano in Italia dai tempi delle esequie di Michelangelo. Il nostro percorso ha inizio con la visita agli affreschi Fava e prosegue presso Palazzo Pepoli Vecchio, dove sono custodite le sale dedicate al tema e il meraviglioso autoritratto di Agostino.

 

Gli dèi dell’Olimpo a Bologna: la grande pittura a Palazzo! | 1 febbraio 2020 ore 16.30

Visita guidata + escursione | Durata: 2h
Luogo: Palazzo Fava. Palazzo delle Esposizioni | Palazzo Pepoli Campogrande
Prenotazione obbligatoria: min.10 – max. 30 partecipanti
Costo: 8€ attività + ingresso ridotto

Bologna è una città che unisce il senso della discrezione con lo sfarzo, non ci credete? In questo itinerario di visita vi proponiamo la grande pittura bolognese che lega gli affreschi di Palazzo Fava e quelli di Palazzo Pepoli Campogrande con i suoi meravigliosi sfondamenti prospettici caratteristici dalla fine del XVII secolo. Qui, all’interno della prestigiosa quadreria Zambeccari, avremo la possibilità di ammirare opere eccelse di pittori emiliani come Ludovico Carracci, Guercino, Albani…personaggi la cui fama ha ampiamente oltrepassato i confini locali e nazionali per entrare nella storia dell’arte universale e nei musei di tutto il mondo.

Quattro chiacchere con Malvasia: un cronista moderno | 16 febbraio 2020 ore 16.30

Visita guidata + escursione | Durata: 2h
Luogo: Palazzo Fava. Palazzo delle Esposizioni | Pinacoteca Nazionale di Bologna
Prenotazione obbligatoria: min.10 – max. 30 partecipanti
Costo: 8€ attività + ingresso ridotto

Con questo ultimo appuntamento vogliamo celebrare i protagonisti che fin qui ci hanno accompagnati – i Carracci – nella dimora dei giganti, ossia all’interno delle sale della Pinacoteca Nazionale di Bologna. Certamente, molti di voi avranno avuto modo di visitare altri musei di prestigio dove sono custodite importanti opere dei nostri artisti bolognesi. Ma nulla è paragonabile all’esperienza di ascoltare le parole di chi per primo ha narrato le imprese della rivoluzione artistica dei Carracci, come il conte Carlo Cesare Malvasia autore del volume Felsina Pittrice del 1678. Con il racconto di Malvasia faremo la nostra ultima passeggiata tra gli affreschi di Palazzo Fava e concluderemo la nostra visita in Pinacoteca: un degno omaggio alla storia.

 

Intrecci ad Arte

Tre prospettive inedite a Palazzo Fava

Tre incontri per celebrare importanti ricorrenze dedicate alle donne. In particolare, viene proposto un percorso di visite ad hoc con laboratorio dedicati, prendendo spunto da un’antica arte: la tessitura, rivisitata per l’occasione in chiave moderna. Le trame dei fili, reali o simbolici che siano, si intrecceranno in un momento di riflessione partecipato e condiviso su temi del passato e del presente. È fortemente consigliata anche la partecipazione da parte del pubblico maschile!
(In collaborazione con Manuela Pecorari)

 

Sabati per Adulti

Le trame e i destini degli dèi in Palazzo Fava| Sabato 25 gennaio ore 10.30
IN OCCASIONE DEL 24 GENNAIO, Giornata internazionale dell’educazione

Visita speciale + laboratorio tessile | Durata: 2h
Destinatari: adulti
Luogo: Palazzo Fava. Palazzo delle Esposizioni
Prenotazione obbligatoria: min. 10 – max. 30 partecipanti
Costo: 5€ attività + ingresso ridotto

 

Le trame e gli incantamenti di Medea negli Argonauti | Sabato 15 febbraio ore 10.30
IN OCCASIONE DELL’11 FEBBRAIO, Giornata internazionale delle donne e delle ragazze nella scienza

Visita speciale + laboratorio tessile | Durata: 2h
Destinatari: adulti
Luogo: Palazzo Fava. Palazzo delle Esposizioni
Prenotazione obbligatoria: min. 10 – max. 30 partecipanti
Costo: 5€ attività + ingresso ridotto

 

Il “non” Natale di Wolfango e molte altre storie

Il Presepio di Wolfango: l’amore di plasmare i ricordi | Domenica 8 e 15 dicembre 2019 ore 16.30

Visita guidata | Durata: 1h e 30
Luogo: Complesso Monumentale di Santa Maria della Vita
Prenotazione obbligatoria: min.10 – max. 30 partecipanti
Costo: 5€ attività + 2€ ingresso ridotto

Un presepio davvero speciale quello creato dall’artista Wolfango, perché legato alla memoria autobiografica dettata dai ricordi dell’infanzia. Partendo dalle tecniche e dalle modalità della tradizione dei plasticatori bolognesi nella realizzazione dei presepi, esploreremo la maestria e la straordinaria creatività di Wolfango nell’utilizzo della terracotta: le tradizionali statuine della natività sono infatti circondate da personaggi contemporanei -in parte frequentati dall’artista quando era ancora in vita. Una narrazione unica che ci restituisce un ricordo della Bologna di ieri. A corredo di questa visita non mancherà il rimando allo scultore le cui opere “abitano” gli spazi del Complesso Monumentale di Santa Maria della Vita: le figure del Compianto su Cristo Morto di Niccolò dell’Arca. La narrazione prende forma e si plasma.

Storie di Bologna, storie di un Natale che fu…| 22, 29 dicembre 2019 ore 16.00 e 5 12 gennaio 2020 

Visita guidata | Durata: 1h 30min
Luogo: Complesso Monumentale di Santa Maria della Vita| Casa Saraceni – Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna| Piazza Santo Stefano
Prenotazione obbligatoria: min.10 – max. 30 partecipanti
Costo: 8€ attività + ingresso gratuito

Nel 1964 Wolfango decide di condividere con i suoi affetti familiari la creazione del presepio: da lì in avanti, infatti, creerà ogni anno un presepio diverso, con aggiunte, modifiche e con sempre nuovi personaggi di tutte le estrazioni sociali e di ogni tempo che partecipano alla mistero della Natività. Partendo dalla mostra di Wolfango, intraprenderemo un viaggio a ritroso, immersi nel clima delle festività tra le vie di Bologna, per raggiungere poi Casa Saraceni dove visiteremo la mostra dedicata al presepio di produzione bolognese in terracotta policroma eseguito tra la II metà del XVIII e inizi del XIX sec; ben settanta pezzi – acquistati dalle Collezioni d’arte e di storia della Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna- abbinati a una raccolta di pregevoli incisioni a carattere natalizio tra cui quelle di Agostino e Annibale Carracci e Giuseppe Maria Mitelli, e a dipinti di soggetto religioso eseguiti da Innocenzo da Imola, Carlo Bononi, Gaetano Gandolfi e molti altri ancora. Entreremo così nelle vite e nelle case di una Bologna che fu…perché la parola “presepe” significa stalla, ma anche casa,  concludendo il nostro percorso nella suggestiva Piazza Santo Stefano.

Lo scatolone dei Giocattoli di Wolfango | lunedì 6 gennaio 2020 ore 16.30

Visita guidata | Durata: 1h 30min
Luogo: Palazzo Pepoli. Museo della Storia di Bologna | Complesso Monumentale di Santa Maria della Vita
Prenotazione obbligatoria: min.10 – max. 30 partecipanti
Costo: 8€ attività + 5€ ingresso ridotto

Quale modo migliore per entrare nella giusta atmosfera delle festività se non ammirare Lo scatolone dei giocattoli di Wolfango? Realizzata nel 1999 e conservata a  Palazzo Pepoli, l’opera verrà analizzata nella sua vera natura, ossia quella di specchio della complessità e della varietà delle cose umane. Artista poliedrico e curioso, appassionato del mondo dei burattini, Wolfango raffigura  proverbi (anche in dialetto oppure inventati) e ci avvicina al variegato mondo delle maschere ora dipingendole ora intagliandole sul legno di cirmolo in un continuo gioco di rimandi, vera espressione della sua cifra stilistica. A conclusione del percorso, all’interno di Palazzo Pepoli, raggiungeremo il Complesso Monumentale di Santa Maria della Vita per partecipare al “non Natale” del suo presepio, dove l’umana carità e l’amore diventano pretesto e richiamo alla partecipazione: “mi rimetto alla benevolenza della gente del mio villaggio affinché essa comprenda e si diverta al mio spettacolo.”

 

Scopri invece gli altri servizi educativi: