Venerdì 7 maggio, celebrazione del Maestro Liuwe Tamminga in San Petronio

San Colombano

Si è spento il 29 aprile scorso, a Bologna, il Maestro Liuwe Tamminga, Direttore artistico di San Colombano e Curatore della Collezione Tagliavini, uno dei massimi interpreti e studiosi a livello mondiale della musica antica. Un sapere che ha messo a disposizione per molti anni in Genus Bononiae, dove ha curato la preziosa collezione di strumenti antichi su volere del Maestro Luigi Ferdinando Tagliavini, sin dall’inaugurazione del Museo nel 2010.

“Lo ricorderemo per la sua profonda dedizione per un patrimonio di strumenti antichi unico al mondo, che il Maestro ha avuto cura di mantenere vivo, aprendo la Collezione agli studenti del conservatorio e ai musicisti da tutto il mondo. Mancheranno la sua competenza, la passione per la musica e il suo carattere riservato ma affabile” con queste parole lo ricorda Fabio Roversi-Monaco, Presidente di Genus Bononiae. Musei nella Città.

Nato nel 1953 a Hemelum, in Olanda, si diplomò presso il Conservatorio di Groninga nel 1977, completando la sua formazione a Parigi e poi in Italia, sotto la guida di Luigi Ferdinando Tagliavini, con il quale dal 1982 condivise la titolarità degli storici organi della Basilica di San Petronio. L’ultimo suo concerto in questa sede un anno fa: lo scorso 10 maggio aveva infatti tenuto un suggestivo concerto per organo a porte chiuse, con musiche rinascimentali ispirate dal Polittico Griffoni, che il Maestro aveva voluto dedicare alle vittime del Covid. Il concerto è visibile sulla piattaforma web di Genus Bononiae (www.piattaformaventiventi.genusbononiae.it) e sui canali social di Genus.

La sua attività concertistica e discografica, riconosciuta e apprezzata in tutto il mondo e che gli valse consensi e riconoscimenti internazionali, ha contribuito in maniera decisiva alla valorizzazione e alla riscoperta del repertorio organistico e clavicembalistico dell’età rinascimentale e barocca.

La camera ardente del Maestro Tamminga verrà allestita presso il cimitero monumentale della Certosa venerdì 7 maggio dalle ore 12.15 alle ore 13.15, mentre i funerali saranno celebrati alle ore 14.00 nella Basilica di San Petronio, dove il Maestro è stato titolare degli storici organi. Seguirà la sepoltura in Certosa.

Sede

San Colombano

via Parigi 5, Bologna